L'Episcopio (da Ovest)
-> Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. -> Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. -> Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube -> Imperdibili incontri di "Scuola di teoria politica" presso l'Istituto Maffucci di Calitri -> La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. -> Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste -> ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] -> ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) -> Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare -> Sono graditi commenti e segnalazioni -> email: [email protected]
Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. +++ Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. +++ Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube +++ Imperdibili incontri di "Scuola di teoria politica" presso l'Istituto Maffucci di Calitri +++ La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. +++ Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste +++ ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] +++ ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) +++ Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare +++ Sono graditi commenti e segnalazioni +++ email: [email protected]

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Sarà l'ora di punta?

Capita sempre più spesso di vedere nel nostro paesello qualche scena che lo fa assomigliare a una città.

Ma ... di quelle grosse ... dove il traffico automobilistico crea situazioni di disagio e di vero caos. Forse, come dicevamo, sarà l'ora di punta (in questo caso verso il tramonto), quando ...

Tipico ingorgo su Via Battisti a Sant'Andrea di Conza (1)
Tipico ingorgo tra Via D'Annunzio e Via Battisti a Sant'Andrea di Conza

... molti vogliono provvedere a raggiungere, in macchina ovviamente, negozi, bar e altri esercizi commerciali per fare shopping o per andarsi a rilassare (!?!?) ma a che prezzo!

Per alcuni è addirittura un segno di vitalità e di progresso!

Non sappiamo come ragionano e forse non riusciremo mai a capirlo. In ogni caso ci teniamo a documentare ed evidenziare anche queste situazioni e lasciamo ai nostri sparuti lettori ogni considerazione in merito sperando, magari, in un loro commento.

La piazza e l'ingorgo su Via Battisti a Sant'Andrea di Conza

Poco tempo fa ...

Semplicemente: Buona Pasqua

I
Programma religioso della Settimana Santa

Pasqua, i "gigli", le Palme e la Settimana Santa

Di seguito il programma religioso della Settimana Santa

Anche quest'anno è stata riproposta la tradizione dei "gigli" di Pasqua che vengono preparati dalle donne santandreane e disposti nella Cappella di Sant'Emidio, dove viene conservato anche il Santissimo. Ed anche quest'anno sono bellissimi. L'abilità delle donne e la straordinaria mano della "natura" hanno creato dei veri capolavori.

Domenica scorsa ...

Sarà stata la bellissima giornata, piena di sole e di luce, o forse la voglia di partecipare a un rito sempre sentito e importante, anche quest'anno la ricorrenza delle "Palme" ha visto coinvolta tanta gente, a partire, ovviamente, dai bambini. Dopo la benedizione delle palme e dei rami di ulivo nella chiesa del "Purgatorio" tutti gli intervenuti hanno raggiunto, in processione, la Chiesa Madre, dove è stata officiata la S. Messa. Molto partecipata anche questa, tanto che Don Donato alla fine ha apertamente dichiarato la sua soddisfazione, sottolineando che, come nella famiglia, c'è più gioia quando si sta insieme e auspicando che anche nelle domeniche ordinarie possa intervenire un maggior numero di persone.

Alla fine lo scambio degli auguri nonché dei ramoscelli o delle singole foglie di ulivo ha completato, come sempre, la funzione religiosa e rispettato la consuetudine.

Peccato che le notizie dei gravi attentati subiti dai fratelli coopti, in Egitto, abbiano rovinato la bella Domenica.


Di seguito alcune altre immagini

Se non venissero visualizzate, ricarica la pagina

nulla

Poco tempo fa ...

Breve grandinata a Sant'Andrea di Conza

Marzo non si smentisce

Davvero pazzerello il mese di Marzo, anche qui a Sant'Andrea di Conza. A giornate bellissime, magari un po' fredde, con un bel sole, quasi primaverile, si alternano altre con nuvole e comunque fredde. Ma anche in una stessa giornata piogge brevi e improvvise prendono il posto di un cielo limpido e piacevole.

Proprio questa mattina, 15 marzo 2017, un breve scroscio di una leggera grandinata ha fatto la sua apparizione e i suoi danni, speriamo non gravi. Poco dopo qualche raggio di sole ha rischiarato la zona.

Si avverte in effetti qualche segno della incipiente primavera ma, ripetiamo, Marzo non si smentisce e porta un tempo molto variabile e con vari, dannosi, effetti par la salute con gli svariati malanni di stagione che hanno colpito numerose persone, di ogni età.

Qualche altra immagine in tema

I primi segni di primavera sotto Cairano
I primi segni di primavera da sotto Cairano

P. S.

Taciamo, per ora, sugli sgradevoli e preoccupanti episodi malavitosi verificatisi nei giorni scorsi nel paese, in attesa di notizie più precise e attendibili. In ogni caso possiamo dire che la vita, qui nel nostro paesello, non è per niente tranquilla e beata, come pure qualcuno vorrebbe far apparire.

Un po' di tempo fa ...

Risultati del referendum a Sant'Andrea di Conza

A Sant'Andrea come in Italia

Risultati del referendum a Sant'Andrea di Conza

Più o meno così si possono riassumere i risultati della consultazione referendaria nel nostro paese.

Anche qui c'è stata la prevalenza dei No rispetto ai Sì (287 contro 409) con percentuali (58,76 contro 41,24) che si discostano pochissimo da quelle registrate in tutta Italia.

Piuttosto bassa però l'affluenza alle urne, il che fa pensare a un basso interesse dei cittadini santandreani ma forse anche a uno scarso impegno delle forze politiche presenti in paese.

Già! Ma esistono ancora forze politiche qui? Il dilemma è questo.

Qui di seguito la tabella riassuntiva dei risultati del referendum costituzionale 2016

Sez. 1 Sez. 2 Sez. 3 Totale %
131 82 74 287 41,24%
No 134 141 134 409 58,76%
Totale validi 265 223 208 696 100,00%
Nulle 2 4 0 6
Bianche 0 1 2 3
Totali 267 228 210 705

Non molto tempo fa ...

Tracce del passato a Sant'Andrea di Conza

Tracce della "canala" della "Forma" in Via Battisti

La "canala" della "Forma"

Avremmo voluto fotografare questo particolare già molti anni fa, quando era in corso la ricostruzione del fabbricato oggi adibito a forno di proprietà Andreone ma purtroppo quando ci recammo sul luogo, con una vecchia Minolta semiautomatica (le macchine digitali erano ancora lontane a venire), era già stato "passato" l'intonaco che aveva definitivamente chiusa la cavità e rendeva impossibile ricavare alcunché.

Incredibilmente, approfittando del fatto che sono stati effettuati alcuni lavori di manutenzione e che la chiusura di tale cavità è stata parzialmente rimossa, siamo riusciti a ricavare la foto qui riportata nella quale si vede (solo) un piccolo pezzo di muratura. Appare comunque realizzata con pietra squadrata di ottima fattura come la volta ad arco che pure si nota.

Qualcuno si meraviglierà della considerazione nella quale prendiamo questo fatto ma riteniamo che esso abbia una sua piccola importanza. Tale cavità dovrebbe essere infatti il tratto terminale dello scarico della "canala" e costituiva lo "sfogo" dell'acqua del Mulino “Le Grotte”, ubicato appunto in quel luogo.

Tracce della "canala" della "Forma"

In ordine di tempo questo era, forse, l’ultimo mulino ad essere stato realizzato a Sant'Andrea di Conza. Era ubicato nella “Strada Le Grotti” a qualche decina di metri dalla Piazza e fu successivamente inglobato nelle case di Riccardo Giorgio e di Giuseppe D’Amore. Era alimentato anch’esso dall’acqua della "Forma", opportunamente deviata dal suo antico corso attraverso il giardino della famiglia Abbruzzese.

Ad essa si univa poi l’acqua del Sambuco e tramite la solita “canala” sopraelevata con arcate, arrivava a questo mulino e poi agli altri.

A memoria di chi scrive si ricordano i ruderi della "canala" principale, ridotti ad un ammasso di pietre dietro il cortile dell'Asilo Infantile, verso la fine degli anni ’50, nonché il canale dell’acqua del Sambuco dove si faceva "navigare" qualche "barchitella".

L'acqua si immetteva ancora sotto le abitazioni innanzi citate fino alla fine degli anni ’70. Molti ricorderanno anche che nel servizio igienico a disposizione degli avventori del "Bar di Riccardo" passava appunto una grossa quantità di acqua che si avvertiva (e si vedeva) passare sotto il vaso "alla turca".

Per quanto si è potuto appurare, nel 1825, il mulino "Le Grotte" apparteneva a Francescandrea Grossi e soci. Appare interessante notare infine che, molto probabilmente, il mulino fu l'evoluzione di una più antica "tintiera" che era appartenuta alla famiglia Vetromile.

In precedenza ...

Tagliati i pioppi vicino al Cimitero

Tagliati i pioppi in Via Battisti di Sant'Andrea di Conza (1)

Nei giorni scorsi sono stati tagliati i pioppi che si trovavano nel prolungamento di Via C. Battisti, vicino al Cimitero. Qualcuno ne sarà scontento ma era, purtroppo, un intervento necessario. Quel tipo di albero ha i suoi pregi ma anche alcuni deleteri difetti. Cresce infatti velocemente e in pochi anni assicura un'ombra che nei mesi estivi è molto gradita ma è anche capace, in un certo periodo e specialmente quando produce i suoi "piumini" ossia, per intendersi, quella specie di "lanacchia" svolazzante, di irritare moltissimo coloro che soffrono di allergia.

In effetti non sono essi la causa dell'allergia ma lo sono invece i pollini, in generale, liberati nell'aria in questo periodo in quantità elevata. Certamente, però, crea problemi la notevole crescita ed estensione delle radici che in questo caso ha invaso e danneggiato le condotte della fognatura facendo riversare lungo la strada una notevole quantità di acqua.

Insomma, ripetiamo, un sacrificio doloroso ma necessario.

Di seguito alcune altre immagini dell'intervento

Tagliati i pioppi in Via Battisti di Sant'Andrea di Conza (2)
Lo scolmo della fogna

Qualche giorno fa ...

Il "piazzeggio" di Sant'Andrea di Conza è civiltà?

L'ipotesi progettuale della piazza di Sant'Andrea di Conza

Un po' per scherzo, ma anche un po' sul serio, abbiamo fuso le parole piazza e parcheggio per ottenere un termine che potrebbe dare l'idea di quello che accade, sistematicamente, nel nostro paese.

Le immagini che alleghiamo dovrebbero spiegare sufficientemente ciò che vogliamo mettere in evidenza.

È stato realizzato un progetto che ipotizzava, come si vede, una piazza non solo bella ma ... senza macchine, con alberi, panchine e ... con qualche persona (inevitabilmente poche) che se la godeva.

La realtà attuale (domenica 18 settembre 2016, ore 19,45 circa) ci consegna invece un'immagine che riprende solo "macchine", ossia automobili, e nessuno che voglia godersela.

Parcheggio selvaggio in piazza a Sant'Andrea di Conza

Una realtà squallida, non c'è che dire, e che ci pone qualche interrogativo: ma quelle macchine ci sono arrivate da sole? Possibile che non c'è un'anima viva? Possibile che la piazza, per la quale sono stati spesi bei soldini, sia degradata a un parcheggio selvaggio?

Hai voglia a mettere fiori, biciclette morte e portacenere...

In precedenza ...

Sagra de lu cavatielle e de lu migliatieddre con Tonuccio

L'estate è finita ...

Un'estate, che in effetti non è mai ... stata, si avvia alla conclusione ma l'Estate Ricreativa e Culturale si è davvero conclusa già ieri sera con la "Sagra de lu cavatielle e de lu migliatieddre" in Largo Ginnasiale (davanti al Seminario).

Nel pomeriggio si era tenuto, nei locali della Società Operaia, il Seminario di tecniche di montaggio in cinematografia, a cura del Dott. Marco Granese, dal titolo "Montare una storia", dalla sceneggiatura allo schermo. Il seminario ha visto la partecipazione di un pubblico interessato e partecipe che avrebbe voluto ascoltare ancora il relatore nonostante lo stesso seminario si fosse già protratto abbastanza.

La serata è proseguita, come accennato, con la festa "de lu cavatiello ..." sul Seminario dove tantissima gente ha affollato la piazza e non solo ha gustato i piatti tipici santandreani ma si è divertita ballando con i ritmi e le ballate proposte da "Tonuccio" e dalla sua Band.

Di seguito alcune immagini della serata

N. B. - Se non venissero visualizzate, ricarica la pagina.

nulla

Un po' di tempo fa ...

L'estate nel vivo ...

Festival Street Art (opera di Luis Gomez)

Entrata ormai nel vivo la 39^ Estate Ricreativa e Culturale a Sant'Andrea di Conza. Tanti gli appuntamenti e le manifestazioni già tenuti o in via di svolgimento che la caratterizzano, meglio illustrate dalle immagini qui di seguito riportate.

Si sottolinea, in particolare, il completamento dell'opera del maestro Luis Gomez sulla parete della Piazzetta Caduti di Nassirya (vicina all'Alberone) che appare magnifica e colma un vuoto sgradevole.
In proposito crediamo necessario ricordare che Luis Gomez è un artista non comune e sottolineare la carente e manchevole promozione e divulgazione della portata dell'evento che meritava ben altra attenzione. Per fortuna è un'opera che, pur essendo spettacolare, a differenza di uno spettacolo, non si è esaurita in un breve lasso di tempo e può essere ammirata, speriamo, ancora per molto.

Con notevole, e forse colpevole, ritardo abbiamo appreso che l'opera vuole rappresentare un ricordo del terribile terremoto, che ferì l'Irpinia nel 1980 con 2914 morti. Si può infatti notare che questo numero è riportato in alto a sinistra dell'opera ed è indicato dalla sequenza delle carte da gioco. Il bimbo indica invece col suo indice la carta del cinque di cuori che viene interpretato nella cabala come un segnale positivo e qui sta ad indicare la rinascita.

Divertenti, poi, gli spettacoli tenutisi, nello splendido Teatro dell'Episcopio, con la luna che col suo "primo quarto" fa capolino dietro alla Chiesa di San Michele, ieri sera 9 agosto 2016: ottima, se pure breve, la performance dei giovani del Teatro Novo ed esilarante quella di Tony Figo che, reduce dai successi di Made in Sud, col suo Show ha dilettato e rallegrato il folto pubblico che ha assistito allo spettacolo, spesso coinvolto negli sketch.

Pronta, infine, la sede dell'Associazione "Io voglio restare in Irpinia", ubicata in Via D'Annunzio 18, che verrà inaugurata oggi.


Di seguito alcune immagini

N. B. - Se non venissero visualizzate, ricarica la pagina.

nulla

Pochi giorni fa ...

Una pazza estate

Festival Street Art (incompleto)

Un tempo incredibilmente brutto, per questa strana estate, sta guastando non poco le vacanze di coloro che sono tornati a Sant'Andrea di Conza nonché dei residenti, ma soprattutto gli appuntamenti previsti dall'Estate Ricreativa e Culturale.

Purtroppo il primo evento previsto per il 5 agosto, ossia il "Festival Street Art", è stato rinviato ed ancora stamattina l'opera non è completa. In effetti già si vede qualcosa di bello che va a coprire la parete cieca della casa che affaccia sulla piazzetta dove sono le attrezzature per i giochi dei bambini. Salvo il colore, che appare un po' scuro, la figura delineata appare veramente gradevole e di effetto. Certamente, a lavoro ultimato, sarà ancora più bella.

La pergamena di Papa Francesco consegnata da Davide Maraffino

Anche la "Festa d' lu' faucion" che doveva svolgersi domenica 7 agosto è stata rinviata per la pioggia incessante che l'ha turbata e impedita. Tanta gente era tuttavia presente alla messa delle 9,30, celebrata in onore di San Donato nel Santuario dell'Incoronata. Alla fine della funzione Davide Maraffino ha omaggiato la parrocchia e la cittadinanza con un dono speciale che Papa Francesco ha inviato per suo tramite.

La salita verso Piazza Pertini

Da registrare, ancora, il proseguimento dei lavori sul "corso" con rifiniture e lavori vari tendenti ad abbellire ancora di più il paese.

Vogliamo augurarci, infine, che il tempo si aggiusti e che venga smentito il famoso detto "auste è cape de vierne" anche perché, a quanto pare, l'estate non c'è stata e "vierne" (quello scorso) sembra non sia ancora finito.

Precedenti brevi notizie da Sant'Andrea di Conza

Tolte le "palle" dalla piazza di Sant'Andrea di Conza

Lavori in ... corso

Tolte le "palle" dalla piazza di Sant'Andrea di Conza

Come si vede dalle immagini allegate, il nostro paese continua ad essere modificato nel suo look: sono state rimosse (finalmente?) le "palle", con il grosso grosso "palo" che le sosteneva, dalla Piazza Umberto I. Pensavamo che le numerose luci, attaccate agli edifici che vi si affacciano, venissero ritenute sufficienti a garantirne l'illuminazione ma il giorno dopo abbiamo rilevato la sistemazione, nello stesso punto, di un nuovo "palo" di dimensioni notevolmente inferiori a quello rimosso.

Come si può osservare dalla foto qui a fianco le automobili sono, invece, sempre lì.

Tra gli altri lavori di completamento del "corso", è stata poi installata (anche in questo caso "finalmente"?) la ringhiera all'inizio di Via Roma. Abbastanza bella, non c'è che dire, ma in questo caso sembra strano che ci "sbatta" contro il passaggio pedonale disposto su Via D'Annunzio.

Ci asteniamo da ulteriori commenti e contiamo su quelli che i nostri lettori vorranno gentilmente inviare.



Di seguito alcune immagini

N. B. - Se non venissero visualizzate, ricarica la pagina.

nulla

Qualche tempo prima

Un gesto da apprezzare

Questo messaggio è stato "postato" su Facebook:

"Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale".
Grazie di cuore a Peppino Cassese che ha donato ai nostri ragazzi le divise da calcio!

C'è poco da aggiungere. Quando una persona dona ad ...


I giovani del Centro S.P.R.A.R. e le magliette donate da Peppino Cassese

... altri qualcosa, rinunciando magari a una sia pur piccola parte del proprio, non può essere che elogiata ed ammirata. Anche noi vogliamo dire grazie a Peppino e, nel nostro piccolo, diffondere e sottolineare questa bella azione.


Commenti   

0 # Dina Lamanna 2016-07-22 14:32
Giusta osservazione!
Purtroppo il risultato è frutto di mediazione... e compromessi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Gerardo Vespucci 2017-04-25 18:02
Caro Rosario, egregio direttore, le foto che visualizzano il traffico su Crso C. Battisti ed il concomitante parcheggio in Piazza Umberto I sono talmente eloquenti da consentirci di risparmiare ogni reazione emotiva. Il commento che le accompagna, però, sollecita qualche riflessione anche per evitare che ogni episodio nel nostro paese, piccolo ed amato - da noi almeno - , venga archiviato a fenomeno ordinario o, al più, di folclore. Io ritengo che il traffico ed il suo governo sono il primo biglietto da visita di una comunità: soste, parcheggi, viabilità, carico e scarico, cestini portarifiuti, bacheche, rappresentano elementi di civiltà tali da far distinguere i centri abitati in paesi di qualità e di abbandono. Quante volte, tornando dai Paesi del Nord Europa, ci sentiamo in colpa per lo stato di arretratezza e di assenza di bellezza dell'Italia in generale e del nostro Sud in particolare? Guardando le altre foto presenti nel sito, ho potuto vedere il "rendering" della piazza Umberto I al termine dei lavori di pavimentazione. Se fossi io un amministratore comunale, mi vergognerei fino a chiedere scusa ai cittadini nel prendere atto di quale incapacità sia stata messa in atto nel passaggio dal sogno alla realtà! Per il famoso ingorgo, da città metropolitana asiatica, vale lo stesso approccio: sia la precedente amministrazione, che la presenta, con lo stesso sindaco, sono passati dal senso unico con divieto di sosta su corso D'Annunzio, al doppio senso, alla pavimentazione in pietra - che lasciava immaginare l'isola pedonale sull'intero corso, magari ad orari prestabiliti - al doppio senso di circolazione senza alcun segnale di divieto su Corso D'Annunzio, su cui in alcuni momenti si realizzano addirittura tre file!!! Ed il tutto per consentire - a loro (?!?!) dire - lo shopping nei favolosi negozi del paese, sicuramente più frequentabili con la pedonalizzazione. Insomma, niente governo del traffico;niente educazione delle nuove generazioni; liberi tutti:amen!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Rosario 2017-04-25 18:49
Caro Gerardo,
hai detto bene: quanto documentano le foto (sul caos) non può passare come un fenomeno ordinario o di folclore. Ma nel mio breve commento ho sottolineato che per qualcuno è addirittura positivo ed esempio di vitalità ...
Che altro dire!
Forse siamo noi fuori ... srada! :cry: :-x
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

La lunghezza massima dei commenti è impostata a 2000 caratteri (verificabili, mentre scrivi, con il contatore posto sotto l'area di testo). Per commenti più lunghi si consiglia di scriverli in un file da allegare ad una email ([email protected]).


Codice di sicurezza
Aggiorna

  Se ti interessa ...

  • far rivivere un vecchio computer;
  • costruire un sito Web;
  • creare un negozio virtuale sul Web;

... rivolgiti a noi!

Scopo del sito

Queste pagine vorrebbero innanzitutto far conoscere Sant'Andrea di Conza ai "naviganti" del Web ma soprattutto riavvicinare tutti i Santandreani sparsi per il mondo, magari per sollecitare i residenti al rispetto della "sua" identità. Sono graditi suggerimenti e commenti.

(Rosario Cignarella)
Prima pubblicazione: 19 febbraio 1999

 Contattaci

  • mail [email protected]
  • map Siamo a Sant'Andrea di Conza (AV)

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Ok! Sono consapevole.

I cookie sono piccoli file prodotti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del browser.