Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria: Crisi Covid-19 Visite: 429

... di un vero spin doctor

Ripresa da altro sito

Dopo aver riletto la pagina in cui mi si lanciavano strali e un fuoco incrociato di artiglieria pesante, si infangava la mia persona ed altre che non c'entravano per nulla e dopo aver riletto la pagina che aveva originato tale ...

... dura reazione, in cui si mettevano semplicemente in dubbio alcune cose lette su altro sito relative alle iniziative messe in atto in questa emergenza dovuta al CoVid-19, ho ritenuto necessario correggere la mia risposta all'attacco che mi era stato rivolto, ringraziando Innanzitutto per le mascherine consegnatemi.

La mia risposta

Carissimo ???, non so più come chiamarti perché ormai mi sono convinto che la lettera non è stata redatta da chi l'aveva sottoscritta sull'altro sito.

La motivazione che mi spinge a risponderti è proprio lo stesso rammarico che provo nel constatare il metodo usato nelle stesse ore drammatiche per incolpare me di “proverbiale acrimonia”, di “livorosità” e di “invidia sociale” di presunti “spin doctor” che dovrebbero tacere. Evidentemente non riuscite a comprendere che qualcuno possa non essere d’accordo sul modo di gestire la situazione.

Scorretto, immorale e ingiusto credo sia chi dipinge il paesino come un luogo idilliaco dove tutto va bene e, soprattutto, chi vuole farlo credere.

Rispetto all’operato dei giovani volontari, degli amministratori e dei dipendenti comunali ho sempre usato parole di elogio e di ammirazione ma ciò che non posso sopportare è l’atteggiamento di chi vi guida, che continua imperterrito a procedere senza confronto con altri componenti della comunità che comunque potrebbero apportare il loro contributo per affrontare ancor meglio le situazioni. Ad esempio, vi chiedo: cosa aspettate a proporre una sottoscrizione aperta a tutti i santandreani, residenti e non, per prepararsi ad affrontare un’emergenza che non finirà presto e coinvolgerà sempre più persone?

Possibile che non sono riuscito a chiarire che la mia critica era rivolta a chi enfatizza le cose, gonfiandole oltre ogni lecito, solo per mettere in mostra la bravura sua e di coloro che non avrebbero bisogno di alcuna pubblicità per i loro meriti indiscussi. Così facendo non fa che ridicolizzarli. E poi, rivolgendomi a chi di dovere, perché non consentire anche a noialtri vecchi sgangherati di dare una mano?

Non puoi accusare nessuno, e tantomeno il sottoscritto, di insensibilità e di indifferenza nei confronti di chi è in difficoltà né di essere ciechi di fronte ai bisogni degli altri. Come ti permetti? Se è vero quello che affermi mi puoi consentire di sostenere che il Sindaco e il Parroco hanno gestito male il loro intervento perché potevano ottenere e quindi donare qualcosa di più? Ma soprattutto perché far pubblicare quella lettera (indirizzata, se non sbaglio, al Sindaco e non ad altri) solo sul “sito amico” e non indicare, nell’appello pubblicato, la possibilità di contattare quelle autorità? È chiara la proposta di aprire una sottoscrizione pubblica?

A proposito del documento degli anni ottanta posso solo farti notare che soprattutto qui emerge “l’acrimonia, la livorosità e l’invidia sociale” di chi ha scritto queste parole. Ancora con gli incarichi? E poi, perché usi il plurale? Quali incarichi pubblici avrebbe mai ricevuto il mio presunto “spin doctor”? Siamo impazziti? Allora è una fissazione, o è, questa sì, invidia? Quel documento serve a indicare un metodo per affrontare i problemi più grandi, non per fare predicozzi.

L’orgoglio che nutrite nei confronti del vostro Sindaco vi fa onore ma io spero che qualche volta riflettiate sulla possibilità di fare ancor meglio. La mia anima sarà pure morta ma finché non sarà morto il mio corpo continuerò per la mia strada al fine di tentare anch’io di rendere questo paese un poco migliore.

Ma è inutile continuare a controbattere ai tuoi attacchi e, soprattutto, tentare di rigettare il fango che mi hai voluto lanciare addosso, mi sono convinto che chi ha scritto questa lettera non è una persona normale e sicuramente non è il tuo sindaco, ma un vero spin doctor, un professionista della propaganda o, addirittura, un regista occulto che sta usando più di un mezzo per mettere in cattiva luce una voce critica.

Nulla, nella pagina che ha creato l'irritazione, era rivolto a una persona. C'erano critiche, queste sì, a un metodo, a un comportamento che poteva essere migliorato, ma soprattutto a un sito che è diventato veramente pericoloso e ha ormai avvelenato il clima e la convivenza civile nel nostro paese. Tanto che anche la tua lettera è stata pensata e realizzata con il metodo ampiamente diffuso in quel luogo: l'anonimato!

Attenti che poi non riuscirete a controllarlo più!

Rosario Cignarella

La lettera di ???

Egregio sig. Rosario Cignarella,

la motivazione che mi ha spinto a scrivere questa lettera è stato il rammarico ed il dispiacere nel ...

Un vero spin doctor

... vedere che, anche in queste ore così drammatiche e difficili per la nostra comunità, prevale la sua proverbiale acrimonia, la sua livorosità e l’invidia sociale di alcuni suoi “spin doctor” che non hanno alcun tipo di remora a tacere.

Le scrivo in quanto credo che sia profondamente scorretto, immorale ed ingiusto infangare l’immagine del paesino ed il lavoro mio, del sindaco, degli amministratori, dei dipendenti comunali e di tutti i volontari.

Siamo quotidianamente impegnati nel garantire i servizi ai cittadini, in attività di vigilanza, per far si che le regole imposte vengano rispettate da tutti, abbiamo consegnato 1.500 mascherine ricevute per la grande solidarietà mostrata da tutti i santandreani, stiamo consegnando a casa dei più bisognosi e degli anziani generi di prima necessità e medicine, abbiamo consegnato aiuti a tanti paesini della zona che lo hanno richiesto, abbiamo effettuato donazioni personali e comunali per gli ospedali, stiamo continuando l’attività amministrativa anche perché come dice il mio Sindaco, S. Andrea uscirà più forte ed i piccoli paesi avranno una grande opportunità dopo questo evento che sta insegnando tre cose, in particolare: il diritto ad essere curati con dignità ed umanità, la necessità di vivere in un ambiente sano e il valore della solidarietà come asse fondante di qualsiasi comunità.

Ci stiamo prodigando come in pochissimi altri paesini della zona ed ho ricevuto elogi da tante persone non di S. Andrea, ma d’altronde lo abbiamo sempre fatto; non siamo, poi, abituati ad isolare nessuno, tantomeno la persona che ha scritto la lettera di aiuto a Pasquale Vallario che per voi non esiste solo perché non avete gli occhi per vedere queste cose, ma che è stata assistita dalla generosità di tanti ed in particolare del Sindaco e del Parroco, cui è stata delegata, per ovvi motivi di riservatezza, la vicenda.

Lei ha pubblicato, su indicazione del suo spin doctor, un documento degli anni ottanta, forse perché entrambi nostalgici dei vecchi incarichi pubblici ben retribuiti e che potreste, in questa circostanza eccezionale, in parte restituire, per aiutare finalmente i più bisognosi con gesti concreti e non con predicozzi sui social!!

Infine, le ribadisco ed insieme a me tantissime persone, di essere orgoglioso del mio Sindaco che lei può definire con tutti gli aggettivi o sostantivi dispregiativi che le passano per la mente o che nascono dalla sua anima oramai morta, ma Pompeo D’Angola ha delle qualità politiche ed umane che lei e soprattutto i suoi mentori politici potete solo invidiare!!

Da ultimo, faccio come lei, le lancio un messaggio via social: VENIAMO A CASA SUA A PORTARE LE MASCHERINE MARTEDI 31 MARZO 2020, ALLE ORE 10:00, SPERANDO, PERO’, CHE QUESTA VOLTA NON CI FACCIA TROVARE LA PORTA CHIUSA, COME PURTROPPO E’ SUCCESSO IN ALTRE BEN TRE OCCASIONI !!

Cell. ?????????, nel caso in cui dovesse avere bisogno di qualcosa.

Un vero spin doctor