Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria: Crisi Covid-19 Visite: 878

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Precisazioni per chiarire un po' la storia

È molto complicato aprire una discussione sul presente, figuriamoci riaprirne una sul passato!

Consiglierei al prof Mastrodomenico di tenere molto in considerazione quell’aforisma di Wittgenstein, secondo cui ...

Pregiudizi (da ilfaroonline.it)

... “delle cose che non si può parlare è preferibile tacere”.

Egli, in due righe, vorrebbe spiegare cosa accadde a Sant’Andrea in quei giorni successivi alle elezioni, e al dopo terremoto 1980, nella sinistra di Sant’Andrea, che lui non abitava più, fingendo di non sapere che non ci fu solo una sconfitta di una lista (la sinistra unita) e la vittoria di un’altra (la DC) per pochi voti, ci fu la sconfitta della Politica come arte nobile, fatta di scontro e di confronto, ma alla luce del sole: esiste un reportage fotografico in possesso di un mio caro amico che in decine di foto testimonia i pianti di tanti cittadini, di una grande fetta di gioventù, che vedeva sfumata con quella sconfitta l’illusione di un paese vivace, diverso, con al centro il teatro e l’Episcopio.

Ma questa è storia, e la storia si fa con i documenti, non con i ricordi, che le neuroscienze ormai spiegano come fallaci!

E venendo al documento che io ho postato, l’affermazione del Mastrodomenico è semplicemente una gratuita offesa ai tanti artigiani ed impiegati che ne facevano parte, (tra gli altri Vincenzo Borrelli, Totonno Ricciardiello, Gerardo Cignarella – la pacc’ -, ed il Presidente era addirittura il grande maestro Donato D’Angola. Io ero 25enne segretario: facemmo decine di iniziative con tecnici e scienziati ed un vero progetto sull’utilizzo del Piano dell’Incoronata per un’area industriale, intercomunale!

Le sue parole sono: "[…] nacque un Comitato di Iniziativa Popolare che al massimo può vantare l’incontro del 13/2/1981 in cui come dice il documento esibito dal Vespucci si convenne di « lavorare attorno alla idea dell’area artigianale e industriale intercomunale a valle del paese di cui è stato presentato all’Amministrazione un progetto di massima». Chi conosce un’area industriale intercomunale come risultato di quell’incontro si faccia avanti".

Al di là del fatto che la lettera è del 13 febbraio mentre tutte le decisioni più importanti furono prese a far data dalla L. 219/81 che è dell’aprile, posso rassicurare il Mastrodomenico che a giorni sarà in libreria un mio volume di 450 pagine, che con soli 25 euro potrà far comprendere bene anche cosa fece il comitato di iniziativa Popolare: se i risultati non ci furono, la colpa andrebbe trovata altrove!...

Ma tornando a noi, chiedo davvero al prof. Mastrodomenico di aiutarmi in una impresa per me impossibile: far capire a chi ha firmato (scritto?) e al responsabile del sito che ha pubblicato per primo la lettera, cosa significa questa frase, rivolta all’ing. Rosario Cignarella:

«Lei ha pubblicato, su indicazione del suo spin doctor, un documento degli anni ottanta, forse perché entrambi nostalgici dei vecchi incarichi pubblici ben retribuiti e che potreste, in questa circostanza eccezionale, in parte restituire, per aiutare finalmente i più bisognosi con gesti concreti e non con predicozzi sui social!!»

A fronte delle mie rimostranze, essi hanno detto che il mio nome non compare e che la lettera è riferita solo all’ing. Rosario Cignarella! È possibile far capire loro, che mi hanno accusato di istigare Rosario, di avere preso incarichi ben retribuiti nel lontano 1980 e che dovrei in parte restituire?

Visto che il prof Mastrodomenico si sta tanto prodigando per ripristinare nel paese la concordia, (la democrazia magari no, essendo lui favorevole alla dittatura) non crede che questi comportamenti invitano ad una guerra di posizione, senza fine?

Gerardo Vespucci