L'Episcopio (da Ovest)
Nuovi contenuti sul nuovo sito dedicato a Sant'Andrea di Conza +++ I video della Settimana Santa a Sant'Andrea di Conza +++ Buoni spesa e altre iniziative del Comune di Sant'Andrea di Conza +++ Importante direttiva dell'Arcivescovo (anche sulla celebrazione delle messe) +++ Pubblicato dalla Pro Loco Terra di Sant'Andrea e dall'Associazione "Lu faucione" il calendario del 2020 "La via dell'acqua". Si può acquistare presso la libreria "Tuttolibri" e presso l'edicola "Da Pino". +++ Inserita la nuova sezione di Archeologia con un importante articolo di A. Pugliese e S. Braito +++ Avete votato per chi vi è piaciuto ma ricordate che potreste pentirvi della vostra scelta! +++ Aggiunte altre bellissime foto riprese da Rossana +++ Inserita una nuova galleria di bellissime immagini, concesse dall'amico Gianfranco Vitolo: da non perdere +++ Anche quest'anno si è rinnovata la tradizione de li fuoche de Sand'Anduone. +++ Inserita nel "menu" anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. +++ Vedi il Calendario Eventi. In continuo aggiornamento per tutte le manifestazioni previste. +++ La ragazza di Vizzini - Una storia a due cuori (Il nuovo libro di Emanuela Sica e Michele Vespasiano - Delta Tre Edizioni) +++ Cerchi casa in affitto a Sant'Andrea di Conza? Guarda queste! +++ Interessante incontro su "Urbanizzazione inclusiva: Il modello Monteverde", sabato 19 maggio 2018, ore 18,30 presso la Società Operaia di Sant'Andrea di Conza, +++ Importante evento per la comunità santandreana. Il 25 febbraio 2018 è stato presentato il LIBER IURIUM di Sant'Andrea di Conza nella sala dell'ex Fornace +++ La Pro Loco “Terra di Sant‘Andrea” ringrazia tutti per la partecipazione a RU FUOCHE DE SAND’ANDUONE (17 gen 2020 - Piazza Umberto I) +++ Panta rei. Tu dove vai? Alessio Antonello feat Luigi Bellino ... +++ Restituito alla proprietaria l'orecchino smarrito. +++ Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. +++ Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube +++ ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] +++ ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) +++ Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare +++ Sono graditi commenti e segnalazioni +++ email: [email protected]

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

... al morto

Questo fatterello me lo ha raccontato mia madre, alla quale era stato raccontato da sua madre, ma si dice che sia veramente accaduto nel nostro paese.
Una donna rimase sola dopo l'improvvisa scomparsa di suo marito: lui 45, lei 40 anni.
Mia madre diceva che questa signora, dopo la morte di su marito, non si dava pace, correva senza capo e senza filo da un capo all'altro del paese e stava diventando quasi pazza. Il medico del paese, Don Vincenzo A., quasi si cominciava a preoccupare per lo strano comportamento della ...

... donna.

Un giorno la donna, a seguito delle tante insistenze dei parenti, decise di farsi visitare dal dottore, per vedere se potesse avere una cura che servisse a calmarla un poco.
Durante la visita la signora confidò al dottore il fatto che ogni notte sognava il marito il quale si lamentava e aveva sempre tanta fame.
Il dottore, Don Vincenzo, per scherzo disse alla signora:

- Beh! Se è cosi, quando cucini, fa un piatto pure per il defunto e glielo porti al cimitero!

Ma è ovvio che siamo nel ragionamento: il dottore scherzava, solo per tirar su il morale della povera donna disse così.
Alla fine della visita, il dottore le ordinò comunque una cura per farla riposare meglio prescrivendole alcune medicine.
La donna, mezza soddisfatta e mezza no, se ne tornò a casa.

Il giorno dopo preparò da mangiare ed esattamente verso l'una fu vista con una "mappata" andare verso il cimitero. Un giorno, due giorni, tre giorni; qualcuno, incuriosito, domandò al becchino, zì Vetuccie C. (Graniere) se negli ultimi giorni avesse notato qualcosa di strano al cimitero ma il becchino rispose di no,

- Ma come! - disse allora "Borza" (secondo quanto mi ha riferito mia madre) - nunn' hai viste a cummara Cuncettina venì a lu campesante?

- Ah! È vero! Sì, l'ho vista venire quasi tutti i giorni al cimitero. Sì.

Beh! Allora - rispose Borza - dalle una spiata, vedi cosa viene a fare e cosa nasconde nella mappata.

- Vabbuò! - rispose zi Vetuccio - resta a cura mia. Dope te fazze sape'.

Il pomeriggio dello stesso giorno, quasi al tramonto, zi Vetuccio Graniere andò a vedere la tomba del marito della signora in questione e, non vi dico, trovò un bel piatto di pasta ma già pieno di tante formiche e animaletti vari.

- Dumane t'acconze ije - disse tra se il becchino.

Il giorno successivo, puntualmente allo stesso orario, la donna andò al cimitero e lasciò sulla tomba del marito il piatto, l'abituale bacetto alla croce e se ne andò.

Zi Vetucce, il becchino, di corsa andò a vedere cosa c'era nel piatto e ... caspita! ... vi trovò "patane e carne"! Senza esitazione provò, assaporò e ... giù, se lo mangiò.

Zi Borza incontrò zi Vetuccio dopo un paio di giorni e gli chiese del fatto, cioè se avesse seguito la donna. Zi Vetuccio gli rispose di sì, che era tutto normale e che la donna andava solo a far visita al marito.

- Ma allora - replicò zi Borza - cosa ha nella "mappata"?

- Non lo so - rispose zi Vetuccio - io non ho visto nessuna mappata.

Trascorsero giorni su giorni a S. Andrea. Si notava che la donna cominciava a stare un po' meglio e zi Vetuccio che cominciava a mettere peso.
Ragazzi! Zi Vetuccio "lu becchine" aveva trovato l'America! Non aveva, poveretto, mai visto tanta grazia di Dio: mangiava benissimo tutti i giorni e ... in orario, pure! Maccheroni, cannazze cu lu gaddre, carne e patane, ecc. ecc. Tutta roba di prima qualità!
La donna adesso stava benissimo. Senza dire niente a nessuno si tolse addirittura "il lutto", dopo solo sei mesi dalla morte del marito.
La gente in paese non si riusciva a spiegare questo comportamento così "allegro" della donna. I suoi genitori e quelli del defunto la sgridarono un giorno in Piazza:

- Puttanazza che fai? Te l'hai già scurdato a lu povere figlie mije? - Le gridò la mamma del defunto -.

- Ije lu voglie sembe bene! Lu lutte me l'agge luate perché tuo figlio sta bene, mangia e beve, e io manghe cchiù a la notte me lu songhe! - Le rispose le, e scappò via di corsa.

"Lu murmuramiente" nel paese era enorme: immaginate che nemmeno Don Vincenzo riusciva a capire esattamente cosa stava succedendo. Intanto iniziavano i problemi anche a casa di zi Vetuccio Graniero: la moglie Giuseppina incominciava a nutrire dubbi sul proprio marito in quanto tale zio Vituccio ritirandosi a casa dal lavoro non aveva mai fame.

...


Antonio Vallario (alias Totonno)


  Se ti interessa ...

  • far rivivere un vecchio computer;
  • costruire un sito Web;
  • creare un negozio virtuale sul Web;

... rivolgiti a noi!

Scopo del sito

Queste pagine vorrebbero innanzitutto far conoscere Sant'Andrea di Conza ai "naviganti" del Web ma soprattutto riavvicinare tutti i Santandreani sparsi per il mondo, magari per sollecitare i residenti al rispetto della "sua" identità. Sono graditi suggerimenti e commenti.

(Rosario Cignarella)
Prima pubblicazione: 19 febbraio 1999

 Contattaci

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Ok! Sono consapevole.

I cookie sono piccoli file prodotti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del browser.