L'Episcopio (da Ovest)
-> Imperdibili incontri di Arte, Economia e Scienza (9^ Edizione) presso l'Istituto Maffucci di Calitri -> Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. -> Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. -> Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube -> Imperdibili incontri di "Scuola di teoria politica" presso l'Istituto Maffucci di Calitri -> La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. -> Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste -> ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] -> ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) -> Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare -> Sono graditi commenti e segnalazioni -> email: [email protected]
Imperdibili incontri di Arte, Economia e Scienza (9^ Edizione) presso l'Istituto Maffucci di Calitri +++ Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. +++ Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. +++ Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube +++ Imperdibili incontri di "Scuola di teoria politica" presso l'Istituto Maffucci di Calitri +++ La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. +++ Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste +++ ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] +++ ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) +++ Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare +++ Sono graditi commenti e segnalazioni +++ email: [email protected]

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nuovi incredibili episodi

Dobbiamo purtroppo registrare ancora una volta atti di vandalismo nel nostro paese. Più di uno, in verità, e questa volta, quasi tutti, verificatisi proprio vicino alla piazza, nella notte tra sabato 10 e domenica 11 dicembre 2016.

Che senso ha rovesciare un ...

Cestino rifiuti scardinato

... vaso destinato ad accogliere fiori e distruggerlo? Ovvero scardinare un cestino per i rifiuti che andrebbe invece usato e rispettato? O, ancora, rompere il vetro di una porta? È pazzesco!

Ripetiamo spesso che in ogni epoca si sono verificati episodi deplorevoli e bravate degne di biasimo ma crediamo di poter affermare che mai erano apparsi così insensati e sciocchi. O forse dovremmo dire criminali e ricollegarli non solo ad altri simili episodi ma a quelli che sono stati veri e propri attentati, perpetrati nella scorsa estate? Forse non si sbaglia a pensare che bisogna sul serio correre ai ripari.

Da segnalare poi che nello stesso luogo in cui si verificò uno di quelli che, giustamente, furono ritenuti veri e propri attentati, ossia gli incendi dei cassonetti, si è potuto vedere un altro incredibile fatto: una gomma di automobile depositata nel (nuovo) bidone per la plastica! Questo cos'è? Una bravata? Un segno di inciviltà? Oppure un altro atto vandalico?

Insomma dobbiamo dire che siamo molto indietro e bisogna lavorare molto per essere al passo con chi, con sacrificio, impegno e tanti sforzi, si affanna a dare un volto più decente a questo paese.

Altre immagini degli atti vandalici

Non molto tempo fa ...

Incendi dolosi in più punti del paese

Il "mancato" macello ancora fumante ...

Troppo poche le notizie di cui disponiamo per poter informare tempestivamente gli amici che ci seguono sugli avvenimenti nel paese, ma troppo numerosi gli episodi deplorevoli e perniciosi che negli ultimi tempi stanno guastando e avvelenando il clima e la vita dello stesso paese, nonostante gli sforzi e le iniziative di vari soggetti che tendono a renderlo più bello e vivibile, per poterli ignorare.

Ci riferiamo agli atti di vandalismo (?) registrati nei giorni scorsi che hanno provocato prima il danneggiamento delle piante di fiori distribuite lungo il "corso" e adesso gli incendi dei cassonetti e dell'ex "macello" che ancora stamattina 26 luglio, a distanza di oltre 24 ore, fumava ancora.

Resti dei cassonetti all'inizio di Via Anguillara

Leggiamo sui giornali che il sindaco avrebbe dichiarato: "Un atto intimidatorio, delinquenziale, un segnale di taglio camorristico. Chiedo alla magistratura un'azione di repressione". E, ancora: "Non può essere stata una bravata ... ma non ci intimoriranno. Non ci sono ragioni valide per questo atto incomprensibile, scellerato e camorristico." [Il Mattino, 26/07/2016].

A leggere queste parole non c'è di che stare allegri.

Quantunque qualcuno possa pensare alle solite e ricorrenti "bravate" di giovani scapestrati, probabilmente definirli "atti di vandalismo" significa ormai sminuirne la loro importanza e la loro portata.

Esagerare è forse altrettanto sbagliato ma ignorarli e non tentare di capire le cause e le motivazioni che li hanno generati, oltre che, ovviamente, individuare i responsabili, sarebbe ancora più grave.

Resti dei cassonetti vicini alle case popolari

Speriamo se ne venga a capo e speriamo non si debba dar ragione all'amica "venezuelana" Maria Asunta che, facendo riferimento a fatti molto più banali e non comprendendo appieno l'argomento di discussione, ci metteva in guardia, tramite Facebluff, per replicare ad un altro amico: "Prima che sia molto tardi bisogna trovare delle soluzioni!!! Mi vuoi dire che è bugia che a Sant'Andrea non sono entrati nelle case a rubare? E bugia che alcune case hanno dovuto mettere le cancellate (la mia e una). E non ne parliamo di Pescopagano!!!! Ma stiamo scherzando con la sicurezza di un paese!!! Se a te non ti preoccupa la sicurezza del paese a me si!!! Anche se non faccio vita a Sant'Andrea non vuol dire q non mi preoccupa".

Occorre, si ripete, innanzitutto individuare e punire i responsabili ma anche interrogarsi e discutere sulla vita del paese e sui comportamenti e le azioni di tutti i cittadini. E dovrebbe farlo, soprattutto, chi è, o si pone, alla guida della comunità.

P. S. - Non si dimentichi il campetto di ulivi, ubicato nella contrada "Forma", distrutto non molto tempo fa da ignoti!


Aggiungi commento

La lunghezza massima dei commenti è impostata a 2000 caratteri (verificabili, mentre scrivi, con il contatore posto sotto l'area di testo). Per commenti più lunghi si consiglia di scriverli in un file da allegare ad una email ([email protected]).


Codice di sicurezza
Aggiorna

  Se ti interessa ...

  • far rivivere un vecchio computer;
  • costruire un sito Web;
  • creare un negozio virtuale sul Web;

... rivolgiti a noi!

Scopo del sito

Queste pagine vorrebbero innanzitutto far conoscere Sant'Andrea di Conza ai "naviganti" del Web ma soprattutto riavvicinare tutti i Santandreani sparsi per il mondo, magari per sollecitare i residenti al rispetto della "sua" identità. Sono graditi suggerimenti e commenti.

(Rosario Cignarella)
Prima pubblicazione: 19 febbraio 1999

 Contattaci

  • mail [email protected]
  • map Siamo a Sant'Andrea di Conza (AV)

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Ok! Sono consapevole.

I cookie sono piccoli file prodotti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del browser.