L'Episcopio (da Ovest)
Restituito alla proprietaria l'orecchino smarrito. +++ Aperte le iscrizioni al Centro di Prima Infanzia +++ Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. +++ Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. +++ Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube +++ La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. +++ Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste +++ ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] +++ ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) +++ Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare +++ Sono graditi commenti e segnalazioni +++ email: [email protected]
Free Joomla Modules
Restituito alla proprietaria l'orecchino smarrito. +++ Aperte le iscrizioni al Centro di Prima Infanzia +++ Il menu è stato rinnovato: inserita anche una pagina di suggerimenti per la navigazione. +++ Occhio al riquadro degli ultimi inserimenti: non tutti sono in primo piano. +++ Eccezionale video del maestro Luigi Bellino su You Tube +++ La fortuna non è un dispositivo di sicurezza! Rivolgiti al Dott. Marcello Iannella. +++ Vedi il Calendario Eventi. Trovi tutte le manifestazioni previste +++ ... nonostante tutte le nostre scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche ... esistono limiti alla nostra capacità collettiva di garantire il nostro futuro ... [Zygmunt Bauman (L'Espresso, n. 45/2016)] +++ ... non odiare nulla eccetto l'odio ... (It's alright, Ma ...) * Robert Allen Zimmerman (Bob Dylan) +++ Inserita la pagina del pro Vicario Giorgio tra quelle dei santandreani ... da ricordare +++ Sono graditi commenti e segnalazioni +++ email: [email protected]

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

... Conza?

Riproponiamo questo articolo, già pubblicato qualche tempo fa, perché sembra ancora di stringente attualità.

Tante sono le iniziative che vengono intraprese a S. Andrea di Conza da associazioni, istituzioni e anche da singoli soggetti, ma i risultati ...

S. Andrea di Conza, panorama da nordovest

... sembrano non premiare le energie profuse e lo spirito che le anima. Il paese sembra regredire sempre di più per cui viene spontaneo chiedersi: se andiamo avanti così che fine farà?
Vista la crisi crescente di gran parte delle attività (commerciali, artigianali, ecc.) e il continuo esodo di giovani, forse è il caso di porsi anche questa domanda.
Se, come appare evidente, le cause derivano per la gran parte dalla crisi generale che investe l'Italia e l'intero Occidente pure bisogna chiedersi cosa possiamo fare noi, a livello locale, per non far peggiorare ancor più lo stato delle cose. È altrettanto evidente che non esistono soluzioni semplici e automatiche, perché altrimenti sarebbero già state adottate e non staremmo qui a parlarne, ma ciò non esime anche il singolo cittadino dall'obbligo di effettuare un tentativo di analizzare con la massima lucidità e obiettività la situazione e coinvolgere la maggior parte della popolazione per individuare azioni e iniziative che possano frenare un declino che sembra ormai irrefrenabile e irreversibile.
Non si può credere che sia un problema politico (o, almeno, non solo) e non si intende aprire qui un dibattito sull'amministrazione comunale. Si spera invece che il problema venga affrontato negli aspetti più generali senza cedere al facile gioco delle accuse, delle responsabità e degli schieramenti.
Circa l'esodo dei giovani c'è ben poco da fare: se non si creano opportunità di lavoro anche qui sarà difficile fermarlo. Ciò che si può dire loro è solo di non troncare del tutto i rapporti con il proprio paese (magari proponendo qualche soluzione per chi resta anche se chi fa la proposta è lontano) e riflettere sulla possibilità di intraprendere attività che consentano di tornare e di svolgerle qui.
Una volta così succedeva: molti "emigrati" dopo un certo numero di anni e dopo aver accumulato un "gruzzoletto" tornavano ad investirlo qui. Ma si trattava di artigiani o commercianti. Oggi è ben più difficile.
Nel tentativo dell'analisi, un'altra delle cose che colpiscono è la tendenza a servirsi sempre meno delle attività commerciali presenti nel paese. Si dice (e forse è vero) che i santandreani sono stati sempre "amanti" dei forestieri ma non si può credere che oggi questa sorta di riverenza valga più di tanto: come dappertutto, nei piccoli paesi come nelle grandi città, l'esistenza dei grossi centri commerciali sta pressoché distruggendo i piccoli esercizi. Questi, giustamente, hanno reagito tentando di imitare i supermercati ma con risultati certamente non sufficienti. D'altronde non sono solo i grandi supermercati a creare problemi. Alcuni si servono di esercizi commerciali anche piccoli ma non qui a Sant'Andrea: ormai la concorrenza dei negozi di Conza è una realtà! Come mai succede?
Molto grave è da ritenere anche la chiusura in se stessi e la scarsa propensione al dialogo che riguarda un po' tutti. Si incontra gente che non saluta e (sembra) non voglia essere salutata. Ci si fa prendere da una sciatta abitudinarietà e si ignora il rispetto per gli altri.
E che dire della pessima abitudine di usare l'automobile anche per piccoli spostamenti o addirittura di "passeggiare (!?!?) con la macchina" . Proprio così: tanti portano a spasso i bambini con la macchina. Eppure, ormai da molto, l'automobile non è più uno status symbol. Anzi!

Parcheggio selvaggio in Piazza Umberto I

Non si tocchi poi il tasto delle soste "selvagge"! Ci sono alcuni punti del paese in cui automobili, furgoni e persino camion sembrano dei "monumenti" piantati lì perennemente come per rivendicare un diritto o per occupare un pezzo di suolo pubblico che "deve" diventare proprio.

In vista di un rilancio del paese (anche di tipo turistico) certamente potrebbe aiutare una maggiore cordialità, attenzione all'igiene e alla pulizia del paese da parte di tutti, un po' più di disponibilità e discrezione dei negozianti, un migliore e più efficiente funzionamento di uffici, negozi, ecc.
Per chi ha voglia di fare forse è il caso di selezionare con attenzione azioni e attività da intraprendere, riflettendo di più sulle eventuali positive ricadute che possono ottenersi ed evitando di sprecare le già scarse energie. Troppo spesso si assiste ad iniziative fini a se stesse, organizzate giusto per mettersi in mostra, per un deleterio e meschino protagonismo.
Meno chiasso, insomma, meno birra e infine, per favore, basta associazioni!
Tanta attenzione e rispetto, invece, per la cultura e per le produzioni culturali di tanti giovani che sono quasi sempre ignorate (in particolare tesi di laurea, studi, articoli vari).
Per chiudere si può dire che forse anche queste considerazioni saranno state inutili, ma ... parliamone! Queste pagine possono servire proprio ad aprire un dibattito, segnalare ulteriori cose che non vanno, suggerire soluzioni, e così via.

Se ci sei, Invia un commento!


Commenti   

+2 # Pasquale Cerino 2017-02-24 10:56
Concordo perfettamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

La lunghezza massima dei commenti è impostata a 2000 caratteri (verificabili, mentre scrivi, con il contatore posto sotto l'area di testo). Per commenti più lunghi si consiglia di scriverli in un file da allegare ad una email ([email protected]).


Codice di sicurezza
Aggiorna

  Se ti interessa ...

  • far rivivere un vecchio computer;
  • costruire un sito Web;
  • creare un negozio virtuale sul Web;

... rivolgiti a noi!

Scopo del sito

Queste pagine vorrebbero innanzitutto far conoscere Sant'Andrea di Conza ai "naviganti" del Web ma soprattutto riavvicinare tutti i Santandreani sparsi per il mondo, magari per sollecitare i residenti al rispetto della "sua" identità. Sono graditi suggerimenti e commenti.

(Rosario Cignarella)
Prima pubblicazione: 19 febbraio 1999

 Contattaci

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Ok! Sono consapevole.

I cookie sono piccoli file prodotti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del browser.